Chi Siamo

L’Associazione “OPERATORI TUINA-QIGONG E TECNICHE ORIENTALI”, denominata “OTTO”, Via Bernardino Bolasco, 136 -00166 -Roma, è nata nel 2003.
Attualmente OTTO è un’associazione professionale, secondo le norme della Lg.4/2013 “Disposizioni in materia di professioni non organizzate“; aderisce al CO.L.A.P. (Coordinamento delle libere associazioni professionali) attraverso il quale è presente e attiva ai tavoli istituzionali.

L’attività professionale riferita agli Operatori-istruttori/Insegnanti di Qigong, agli Operatori e agli Insegnanti di Tuina, si colloca nell’ambito dei servizi alla persona per il mantenimento della condizione di benessere e qualità della vita e fa riferimento alla erogazione di attività di insegnamento e/o trattamento riferibili alle discipline del Qigong e del Tuina:

QIGONG: Il Qigong è l’arte di coltivare il Qi (energia vitale), accrescerlo e rafforzarlo, attraverso tecniche esterne ed interne, fisiche e spirituali: postura e movimento, respirazione, concentrazione mentale e meditazione. Tali tecniche, ognuna delle quali connotata da un nome specifico (Daoyin, Tuna, Anqiao, Tiaoqi, Jingzuo, ecc.), sono state elaborate e sviluppate sin dall’antichità con lo scopo di tutelare la condizione della persona, di riequilibrare il corpo e di coltivare ed accrescere l’energia vitale.

TUINA: Tuina e tecniche complementari (moxa, guasha, coppettazione, ecc.) mirano ad armonizzare ed incrementare la funzionalità dei macrosistemi psicofisici di regolazione e rigenerazione riconosciuti dalla tradizione cinese, beneficiando la struttura fisica. L’azione è volta ad eliminare blocchi e ristagni, attraverso tecniche manuali e di stimolazione superficiale del corpo.

Dette attività non rientrano nelle attività riservate alle professioni sanitarie. In riferimento alla professione di Operatore Tuina, si rinvia, inoltre, alla pronuncia giurisprudenziale (Cons. Stato, sez. V, n. 3378/2016 del 7 luglio 2016).

PROFILO DELL’OPERATORE-ISTRUTTORE O INSEGNANTE DI QIGONG “L’Operatore professionale di Qigong, (esercizi di riequilibrio energetico di origine cinese), opera allo scopo di preservare lo stato di benessere delle persone e di aumentarne il livello di vitalità. L’operatore insegna, in gruppo o individualmente, tecniche ed esercizi la cui efficacia si basa sulla qualità e quantità del gesto, sulla consapevolezza del respiro e sul corretto atteggiamento mentale. La pratica può avvenire in movimento, oppure in posizione eretta, seduta o sdraiata. Tali esercizi basano la loro efficacia sulla teoria energetica cinese. L’operatore informa inoltre circa i corretti stili di vita secondo i princìpi della tradizione di riferimento.”

PROFILO DELL’OPERATORE TUINA “L’Operatore professionale di Tuina, tecnica manuale non invasiva appartenente alla tradizione Cinese opera allo scopo di preservare lo stato di benessere della persona e di attivare la capacità di riequilibrio delle funzioni vitali attraverso tecniche di pressione e metodi-stimolazioni di zone, punti specifici e canali energetici, modulate in modo ritmico o mantenute costanti a seconda della singola persona trattata, della sua condizione energetica o del momento in cui viene effettuato il trattamento. L’operatore inoltre insegna tecniche di auto-trattamento ed esercizi efficaci per il riequilibrio energetico, e informa circa i corretti stili di vita secondo i principi della tradizione di riferimento.”

PROFILO INSEGNANTE DI TUINA “ L’insegnante di Tuina è un operatore esperto in grado di trasmettere in modo appropriato la disciplina nella sua interezza (teoria e pratica), di sostenere l’allievo/a nello sviluppo di competenze culturali, tecniche e personali coerenti con il conseguimento di una professionalità adeguata agli standard formativi richiesti. È in grado di gestire l’insegnamento sia in forma individuale che di gruppo, valorizzando le peculiarità degli allievi e tenendo conto sia delle modalità di apprendimento degli adulti sia del contesto in cui essi andranno ad operare.”

La nostra filosofia

Nessuno fra coloro che rivestono una carica nell’organizzazione viene retribuito; le quote sociali, che servono per i servizi ai soci, sono versate su Banca Etica, così siamo sicuri di un utilizzo corretto anche quando sono in giacenza.

Crediamo che sia compito delle scuole avere piena autonomia nella formazione degli operatori e degli insegnanti. Compito di OTTO è monitorare il processo di aggiornamento continuo dei professionisti iscritti. Per noi la professionalità è molto importante, così come il nostro costante aggiornamento, che è la continuazione della curiosità e della voglia di sapere che ci ha avvicinato a queste discipline.

Abbiamo deciso, in luogo dei “grandi convegni”, di investire gran parte dei nostri sforzi (e una quota rilevante dell’importo delle quote associative) per autogestire la nostra attività di aggiornamento ed approfondimento. Tale attività, che si avvale della collaborazione dei nostri stessi soci esperti e anche di professionisti esterni ad OTTO, viene svolta in genere con oneri minimi ed in modo “decentrato” al fine di avere diverse occasioni di incontro e di crescita. In questo modo agevoliamo la conoscenza fra soci, facciamo costantemente interagire chi organizza con chi aderisce, sosteniamo le iniziative dei soci e facilitiamo la diffusione di queste tecniche sul territorio.

Siamo inoltre consapevoli della pluralità degli stili e dell’individualità del percorso verso la competenza. Per questo, pur proponendo nostri momenti di crescita, riconosciamo anche l’aggiornamento svolto fuori dalla nostra associazione, purché qualificato.

Studi recenti dimostrano che Tuina e Qigong, come sottolineato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, vengono ricercati non solo per coltivare il proprio ben-essere, ma anche perché le persone si trovano in sintonia con la cultura che queste discipline esprimono. Sono questi principi culturali che OTTO vuole promuovere e che gli iscritti condividono.

Deontologia Professionale
Ai nostri soci professionisti è richiesta la condivisione di un codice di condotta che richiede all’operatore non sanitario di non sostituirsi ad altre figure professionali e di operare esclusivamente nell’ambito del benessere della persona. Ai soci già in possesso di titoli sanitari è richiesta condivisione dei principi etici e culturali. La Commissione disciplinare ha la facoltà di vigilare sul comportamento dei nostri professionisti raccogliendo eventuali reclami degli utenti.